News dal Sostegno a Distanza

Il gioco, risorsa privilegiata per l’apprendimento e per le relazioni – Lettera dalla Georgia

Scritto da Francesca

Carissimi Benefattori,
un sincero e affettuoso saluto da Turtskh, e in particolare da parte dei bimbi e dei loro genitori.
Anche quest’anno, con l’aiuto del Signore, abbiamo concluso l’anno scolastico nel Centro Educativo per i bambini, dove i bambini hanno avuto la possibilità di imparare tante e diverse cose: lavori manuali, momenti formativi, teatro, danza, canto, attività o giochi.
Giunti alla fine dell’anno non possiamo certamente affermare che i bambini abbiano cambiato radicalmente le loro dinamiche relazionali o altro, ma iniziano a mostrare di aver compreso quali siano le regole principali per poter vivere tanti bimbi insieme e come siano in grado di individuare e adottare le modalità migliori per risolvere le difficoltà, pur necessitando del sostegno e della presenza delle educatrici. In questo cammino è stato importante anche il coinvolgimento delle famiglie, con la loro collaborazione.
Molto importante per i bambini è stato il continuo stimolo a muoversi nelle routine, negli spazi, nell’uso dei materiali, nelle attività e nel gioco in modo da manifestare le capacità relazionali, organizzative e partecipative. Il gioco, infatti, è una risorsa privilegiata per l’apprendimento e per le relazioni. Giocare significa incontrarsi, scontrarsi, accordarsi, litigare, ridere, soffrire, condividere con altri e anche scoprire, conoscere, divertirsi e inventare personaggi e situazioni per mettere in moto la fantasia, la creatività.
Il 31 maggio, l’ultimo giorno del Centro Educativo, prima del pranzo bimbi insieme alle educatrici si sono divertiti tantissimo, perchè avevano in mezzo a loro il pagliaccio. Invece dopo il pranzo, 8 bambini, 4 maschi e 4 femine che a settembre andranno a scuola, hanno ricevuto gli zaini e tutto quello che occorre per la scuola.
Il 9 giugno, i genitori e i bimbi, come ogni anno, hanno invitato le suore per una festa finale nel bosco. I bimbi erano stracontenti di poter giocare, danzare e fare festa insieme. Anche in quest’anno il Signore ha regalato una giornata bellissima, dopo tutte le piogge.
Carissimi Benefattori, ringrazio per il Vostro generoso supporto finanziario, senza il quale tutto ciò non sarebbe stato possibile. Il Signore benedica Voi e le Vostre famiglie.

Con affetto e riconoscenza
Sr. Rima
A nome della Comunità FMA e
dei bimbi del Centro Educativo

Autore

Francesca